Post

Da Casa Sanremo al Performer Italian Cup: a tu per tu con Daniele Turetta, in arte "Danimo"

Immagine
Proprio nelle settimane precedenti al celebre festival della musica italiana, quando si iniziano a scoprire i cantanti partecipanti alla gara, con piacere la nostra redazione è venuta a conoscenza di avere, all'interno della scuola, un artista Daniele Turetta , in arte "Danimo" , che avrebbe preso parte a Casa Sanremo Live Box.   Quindi, felici e curiosi della sua esperienza, abbiamo deciso di intervistarlo per conoscere la sua storia e dare risposta alle nostre curiosità. All'incontro, avvenuto nella sede centrale della nostra scuola, hanno partecipato parte dei ragazzi della redazione, ma anche alcuni studenti della 5BE. Inizialmente Daniele ci ha mostrato il videoclip del suo inedito dal titolo "Ora è qui" (ASCOLTALO ORA https://www.youtube.com/watch?v=x31Z_X6w51g )  per poi rendersi disponibile a rispondere alle nostre domande. Buona Lettura!!! Ciao Daniele, il video della tua canzone è bellissimo, dove è stato girato? Il testo della canzone è stato sc

Liceo Musicale in concerto a Bolsena: tour a Palazzo Cozza Caposavi sulle note dei grandi compositori

Immagine
Arte, storia e musica sono state le protagoniste dell'evento che ieri pomeriggio ha coinvolto un gruppo di nostri compagni, studenti e studentesse del Liceo Musicale "Santa Rosa da Viterbo", in una location d'eccezione: lo splendido Palazzo Cozza Caposavi di Bolsena. L'iniziativa, che ha visto la partecipazione dei professori Bottiglioni, Di Paolo e Vitali, si è svolta come un concerto "itinerante": i musicisti, distribuiti sul piazzale esterno e in diverse stanze del Palazzo, si sono esibiti con canto e strumenti, accompagnando il pubblico in un percorso alla scoperta di segreti e storie antiche e delle opere dei compositori più celebri. Ad aprire l'evento, alle 17, è stato il padrone di casa, Francesco Cozza Caposavi, che si è detto entusiasta di ospitare dei giovani talenti e di poter coniugare l'attività di eccellenza rappresentata dal Liceo Musicale di Viterbo con l'opera di promozione del patrimonio artistico-culturale della Tuscia in c

Verso l'Esame di Stato 2024: i "Cento Giorni" dei maturandi

Immagine
Marzo, aria di primavera e tempo d'attese per gli ultimi mesi dell'anno scolastico. Per gli studenti e le studentesse del quinto anno il mese di marzo rappresenta anche una tappa fondamentale nel cammino verso l'Esame di Stato, con la ricorrenza dei fatidici "Cento Giorni" alla Maturità. Da qui è nata l'idea di approfittare di questo primo "traguardo" per intervistare i ragazzi e le ragazze delle classi quinte del nostro Liceo Santa Rosa, per conoscere le loro impressioni, speranze e paure riguardo l'Esame che chiuderà la loro carriera liceale, ma anche per scoprire quali saranno i ricordi più significativi che si porteranno dietro nel loro percorso futuro. Gli intervistati ci hanno parlato di una tradizione legata ai Cento Giorni, che è quella di organizzare un pranzo o una cena insieme a compagni e professori per celebrare tutti insieme questa data. "Durante il periodo di Carnevale la nostra classe si è travestita, quest'anno a tema an

Il rispetto della diversità nella scuola: esperienza digitale in lingua inglese

Immagine
 "Il rispetto della diversità nella scuola" : è questa la tematica che sono stati chiamati ad approfondire le studentesse e gli studenti della classe 4 AE del nostro Liceo nelle ultime settimane. Guidata dal docente di lingua inglese Marco Zannarini, la classe, divisa in gruppi, ha realizzato una serie di prodotti multimediali sull'argomento, con l'obiettivo di valorizzare e dare spazio al tema dell'inclusione scolastica attraverso le molteplici potenzialità dei tools digitali. Dai brillanti lavori messi a punto dagli studenti in lingua inglese è emerso come l'unicità e l'originalità di ciascun ragazzo/ragazza rappresenti ormai una realtà consolidata e irrinunciabile per la scuola italiana, anche alla luce degli importanti passi avanti che hanno caratterizzato la normativa degli ultimi decenni rispetto al tema dell'inclusione e la prevenzione ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Uno degli aspetti di cui le istituzioni scolastiche oggi possono andar

Cosa si nasconde dietro il disagio scolastico? Il parere della psicologa

Immagine
      Il disagio scolastico è un problema molto diffuso tra i giovani e rappresenta una sfida significativa che affrontano quotidianamente studenti e istituzioni scolastiche. Noi ragazzi della Redazione del Giornale del Liceo Santa Rosa abbiamo deciso di approfondire questa tematica perché ci riguarda da vicino. Con questo articolo vorremmo sensibilizzare l’intera comunità scolastica, al fine di far comprendere in tempo agli studenti i rischi di un intervento non tempestivo. Tale fenomeno infatti può manifestarsi sotto forme diverse come: ansia, irrequietezza, difficoltà di apprendimento e di attenzione, scarso rendimento, isolamento sociale e addirittura può portare alla dispersione scolastica.  Per capire meglio le dinamiche, le ripercussioni psicologiche e come intervenire abbiamo deciso di intervistare la psicologa Valentina Tronati, che sta partecipando al progetto del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) contro la dispersione scolastica a cui ha aderito anche il nos

Box messaggi: come esprimere amore e affetto (non solo a San Valentino)

Immagine
  Come vi avevamo già anticipato in un precedente articolo la nostra scuola, in occasione della Festa di San Valentino, ha promosso un’iniziativa all’insegna del “romanticismo”: una box, collocata nei giorni precedenti alla ricorrenza, tramite la quale studenti e studentesse   hanno potuto scrivere – in maniera anonima o firmandosi – dei messaggi d’amore o amicizia a fidanzati/e, amici e amiche, cotte irraggiungibili…. Ma come è andata la consegna dei messaggi? La scatola (decorata a tema) era stata posta al primo piano del nostro istituto, in sede centrale: in questo modo chiunque avrebbe potuto cogliere quest' opportunità inserendo il proprio bigliettino all' interno. Le regole erano poche e semplici: dovevano essere indicati nome, cognome e classe del destinatario, i biglietti potevano essere anonimi o non; il messaggio sarebbe stata la parte più bella e fondamentale, proprio per la gioia e le emozioni che questa festività vuole trasmettere. Il 15 febbraio ogni